Come vendere gioielli usati

oro usatoPuò capitare a ognuno di noi, per necessità o per acquistare un nuovo gioiello d’oro, di voler vendere gioielli d’oro usati e ricavarne il relativo valore in denaro, in modo corretto e trasparente. Se ci troviamo in questa situazione la prima cosa da fare è effettuare una prima valutazione con metodi casalinghi per capire quanto denaro è possibile ricavare dalla vendita dei nostri gioielli.

Innanzitutto occorre conoscere le quotazioni del giorno dell’oro usato, espresse in euro al grammo, in quella giornata. Oggi esistono molti siti che ogni giorno pubblicano la quotazione dell’oro. Ovviamente occorre anche pesare l’oro al netto di eventuali pietre o altro materiale: moltiplicando la quotazione dell’oro per i grammi di oro dell’oggetto, si ottiene approssimativamente la cifra da ricavare dalla vendita dell’oro. Dico approssimativamente perché la pesatura di oggetti di pochi grammi fatta con bilance casalinghe è ovviamente meno precisa di quella fatta con le bilance da precisione degli orefici.

A questo punto, se siamo convinti di vendere i nostri gioielli d’oro, ci si può recare in un negozio autorizzato che ritira oro usato, alla quotazione del giorno, e che offre la cifra corrispondente al valore dell’oro. Ultimamente sono nate molte attività di compro oro perché in Italia è proibito vendere oro direttamente a società di fusione. Pertanto è necessario rivolgersi a un negozio che ha la relativa autorizzazione, ossia un negozio compro oro. Oggi esistono molti compro oro che hanno i relativi siti in cui non solo è possibile inserire online il numero di grammi del nostro gioiello e ottenere immediatamente la cifra in euro corrispondente, ma è anche possibile richiedere il blocco prezzo online, ossia si blocca la quotazione dell’oro di quel giorno e si può eseguire la vendita in un momento successivo, portandolo di persona o spedendolo con corrieri sicuri, spesso offerti dai siti stessi.

Se ci rechiamo in un negozio compro oro autorizzato, l’addetto alla valutazione innanzitutto verifica se sul gioiello esiste l’apposita marchiatura che indica i carati, ossia la percentuale d’oro presente nella lega: infatti un gioiello d’oro è sempre costituito da una lega per aumentare la resistenza dell’oggetto in quanto l’oro al 100% (24 karati), sarebbe troppo duttile. In genere i gioielli d’oro sono di 18 carati, ossia hanno la lega costituita da 18 parti di oro e da 6 parti con altri metalli, corrispondente a 749,16/1000. Sia che esita o meno la marchiatura, per usura o altra ragione, viene eseguita una valutazione dell’oro mediante appositi acidi da passare sull’oggetto leggermente raschiato, anche per assicurarsi che non sia ricoperto solo da una bagnatura d’oro. Successivamente l’oggetto viene pesato su una bilancia di precisione che indica esattamente il numero di grammi del gioiello. Il negoziante, dopo la valutazione, del tutto gratuita, propone il prezzo corrispondente e, se noi accettiamo, procede all’acquisto dei gioielli appena valutati.

Secondo la legge attuale, la legge n.7 emanata nel gennaio del 2000, che è la normativa attuale di riferimento per tutti gli operatori di tipo professionali in oro, il gestore del negozio deve chiedere la compilazione di un apposito modulo in cui il venditore deve riportare i propri dati personali e una descrizione dell’oggetto, oltre a consegnare una fotocopia di un documento di riconoscimento valido: tutto ciò per evitare l’eventuale riciclaggio di gioielli d’oro che potrebbero risultare rubati. Infatti il negozio compro oro terrà l’oggetto acquistato per dieci giorni affinché si possano svolgere eventuali controlli da parte di organi competenti. Terminata la compilazione e la firma del modulo, si riceve la cifra pattuita: il denaro sarà consegnato in contanti solo se la cifra è inferiore a mille euro; se la cifra è superiore, verrà consegnato un assegno bancario o effettuato un bonifico sul conto corrente del venditore.

È opportuno ricordare che, se si intende vendere gioielli usati d’oro, è assolutamente indispensabile affidarsi a negozi che sono gestiti da personale qualificato professionista del settore della vendita dell’oro: nei negozi compro pro autorizzati infatti si è sicuri di avere la massima valutazione del gioiello e tutte le operazioni di acquisto, dalla valutazione alla consegna finale del denaro, vengono svolte assolutamente in maniera sicura e trasparente, sotto gli occhi del venditore.

Ricette dal cuore di Trastevere a Roma

Se ci si trova a passeggiare a Roma nel caratteristico e antico quartiere Trastevere ci si immerge in un’atmosfera fatta di sapori e antichità in cui si respira un’aria tipicamente romana, dal gusto antico e genuino. Il quartiere è ricco di ristoranti in cui è possibile gustare le migliori specialità della tradizione alimentare romana, fatta di cibi gustosi ed essenziali al tempo stesso, con ingredienti provenienti dal territorio laziale sempre freschi e genuini.

Le specialità gastronomiche offerte dai ristoranti a Trastevere rispettano le più famose tradizioni culinarie che sono tramandate fin dall’antichità, ma non trascurano nuove ricette dal gusto prelibato per riuscire a soddisfare anche i palati più esigenti e raffinati.
Le pietanze che vengono offerte alla clientela sono piatti genuini, frutto di un perfetto connubio, creatosi nel tempo, di tradizioni popolari diverse che hanno dato origine alla vera cucina romana, poliedrica e ricca. Vi si trovano elementi di usi e costumi di vari luoghi di Roma. In particolare dagli avanzi di macellazione del mattatoio del Testaccio, si preparano piatti prelibati, anche se di origine povera, come i rigatoni con la pajata o la coda alla vaccinara. Dal Ghetto provengono piatti più ricchi e raffinati come i buonissimi carciofi alla Giudia o il baccalà fritto per non parlare dei fiori di zucca o della torta alla ricotta.
Altre specialità della tradizione della campagna romana sono i prelibati piatti di carne tra cui la famosa porchetta o i gustosi primi con il guanciale e il pomodoro, come i famosi bucatini all’amatriciana. Concludono la vasta gamma di piatti tipicamente romani “i facioli co le cotiche”, o la “sarsiccia ar crostone”.

Una delle ricette tipicamente romane e facile da preparare in casa consiste in un piatto molto saporito e amato in genere da tutti: gli spaghetti alla carbonara. La ricetta, in cui potrete cimentarvi senza troppa difficoltà, per 2 persone, è la seguente: mentre mettete a bollire l’acqua per la pasta tagliate 140 grammi di guanciale prima a listarelle e poi a piccoli rettangoli. Quindi mettetelo in un tegame, che sia antiaderente, senza aggiunta di olio e lasciatelo cuocere a fiamma bassa e lentamente finché il grasso non diventa trasparente. Poi alzate la fiamma e fatelo saltare per renderlo croccante. In una ciotola sbattete un uovo intero e un tuorlo a cui aggiungete 20 grammi di pecorino e pepe in abbondanza. Quando gli spaghetti saranno al dente scolateli e metteteli nella ciotola con l’uovo girando velocemente. Unitevi il guanciale caldo e girate ancora. Impiattate e condite i piatti con i 20 grammi di pecorino rimasto e altro pepe. Meraviglierete i vostri commensali. Sebbene la ricetta degli spaghetti alla carbonara sia facile da preparare, vi consiglio di assaggiare quella che vi offre lo chef di uno dei più rinomati e superbi ristoranti romani: Meo Patacca. Solo da lui potrete gustare la migliore versione di questa specialità romana, preparata con attenzione ai dettagli e notevole maestria, frutto di anni di esperienza nella cucina romana.
Infatti entrando in questo storico ristorante di Trastevere, nel cuore di Roma, potrete respirare subito un’atmosfera che ricorda antichi sapori. Il locale è situato nell’antica piazza dei Mercanti, luogo in cui convergevano le tradizioni tramandate dall’antichità, dalle prelibatezze di gastronomia agli usi dei romani. Un pranzo o una cena in questo ristorante, sarà arricchita, oltre che dai piatti squisiti e preparati con maestria, da un’accoglienza molto calorosa e da un ambiente suggestivo e avvolgente. È come se si tornasse indietro nel tempo, quando i piatti erano preparati con cura e amore per la clientela e le pietanze offerte in una cornice che fa ricordare le tradizioni di una Roma antica. Il menù è ricco di prodotti genuini e tutto è squisitamente fresco. Una nota di colore: il menù è stampato su un cartoncino che si può portare a casa, in ricordo della simpatica serata, scritto tutto in romanesco stretto e in altre lingue in segno di accoglienza per gli stranieri. Il servizio è perfetto e cortese con i camerieri in costume d’epoca. A rendere ancora più piacevole l’ambiente contribuiscono gli allegri stornelli di musica popolare romana, che completano un’atmosfera di convivialità che non ha eguali. Potrete assaporare quella che viene definita la vera cucina romanesca.

La nostra scrivania è davvero pulita?

scrivania igienizzataPassiamo la maggior parte delle ore della nostra giornata in ufficio, quasi più di quelle che passiamo a casa nostra.
Nel nostro ufficio passano moltissime persone al giorno, alcune si siedono sull’angolo della nostra scrivania, altre si appoggiano con le mani o semplicemente appoggiano i loro documenti vicino ai nostri.
Ci chiediamo mai quindi quanti germi e quanta sporcizia viene accumulata nei luoghi pubblici che frequentiamo abitualmente?

Dalla scrivania al bagno senza dimenticarci dell’area relax, incontriamo in ogni momento della nostra attività lavorativa decine di persone diverse che portano con loro tutti i residui delle loro attività precedenti.
Proprio per questo è importante avere un ufficio sempre pulito e affidarsi a delle ditte di pulizia competenti e professionali che utilizzino i migliori prodotti sul mercato per sanificare le aree di lavoro.

Sono vaire le  aziende che si propongono come leader nelle pulizie degli uffici non solo nella zona di Roma ma anche nelle varie città italiane, promettendo stabilità e professionalità in ogni settore, garantendo uno spazio di lavoro sempre pulito e igienizzato.
I prodotti professionali utilizzati, la competenza e scrupolosità degli operatori, minimizzeranno la presenza di germi e batteri nel vostro ufficio, combattendo in questo modo l’insorgere ed il diffondersi di fastidiose influenze ed allergie.
Anche i vostri clienti avranno una bellissima impressione, constatando l’ordine e la pulizia delle vostre postazioni.

Le aziende più serie, non si occupano solo di piccoli luoghi di lavoro ma, grazie all’impiego di macchinari adatti alla pulizia industriale, potrà godere di un posto di lavoro gradevolmente pulito anche chi lavora in grossi capannoni o officine e tra i vari servizi per le piccole e medie aziende si possono elencare le pulizie di vetri e vetrate, di negozi e attività commerciali, lavaggio grandi pavimentazioni e pulizie post ristrutturazione.

Per quanto riguarda i grandi spazi industriali non bisogna dimenticare la pulizia e il lavaggio di superfici tessili, disinfezione delle superfici e lucidatura delle grandi pavimentazioni assicurandovi la massima pulizia anche dopo la presenza di un cantiere, senza residui di colla o di tintura sui pavimenti, per questo è indispensabile rivolgersi a ditte di pulizie specializzate ed evitare il fai da te.

E se non avete un ufficio o una grande azienda da gestire ma avete bisogno di un aiuto per una profonda ed accurata pulizia della casa, il personale qualificato munito di prodotti specifici igienizzanti, saranno a vostra completa disposizione, inoltre è possibile
affidare a queste ditte, la gestione delle pulizie dei condomini.

Contattate la ditta che vi sembra più efficiente, magari facendo una ricerca sul web, queste metteranno a completa disposizione del cliente i propri dipendenti, programmando dei piani di lavoro ed assistenza specifici per ogni esigenza.
I veri professionisti del settore impegneranno tutta la loro esperienza per soddisfare le esigenze del vostro negozio, ufficio, capannone o condominio, utilizzando le più moderne attrezzature e prodotti con un impatto ambientale molto basso.
Le aziende più serie, permettono di ricevere un preventivo gratuito direttamente dal sito internet, contattatele per avere maggiori informazioni.